Haiti

Haiti è una nazione dell'America situata nel Mar dei Caraibi. Un tempo colonia francese, è stata una delle prime nazioni delle Americhe a dichiarare la propria indipendenza. Il territorio haitiano copre la parte occidentale dell'isola di Hispaniola e confina a est con la Republica Domenicana. Haiti è il paese più povero delle Americhe.

L'isola, colpita nell'estate 2004 dall'uragano Jeanne e nel gennaio 2010 da un disastroso terremoto vive, tutt'oggi, in uno stato di emergenza umanitaria.
La popolazione è  di circa 10 milioni di abitanti, la cui speranza di vita media alla nascita è di 63 anni.

IntroLa condizione dell'infanzia

Il tasso di mortalità infantile legato alla salute della madre e del bambino nel periodo pre e post-natale rimane elevato. I dati mostrano un miglioramento progressivo rispetto agli anni passati, ma allo stesso tempo  una situazione ancora difficile e precaria.                                                                                                                              

Le stime ONU riportano che circa il 59% dei bambini  rischia il decesso nel periodo che va dalla nascita al compimento del 5° anno di età. Nel dettaglio, 59 bambini su 1000 non raggiungono il primo anno di vita (31 muoiono entro il primo mese, 29 nel corso degli 11 successivi), mentre solo circa 31 su 1000 bambini di un anno di età arrivano al 5° anno di vita.                                            

Le condizioni di salute delle madri sono fondamentali per permettere al bambino di iniziare la vita in buona salute. Purtroppo, le madri presentano problemi importanti, tra i quali ricordiamo l'anemia, la malnutrizione e l'AIDS. Uno stato di malnutrizione acuta o cronica presente già nelle madri è responsabile di un basso peso alla nascita nei bambini, facendo aumentare così il rischio di infezioni durante tutto il periodo perinatale.

Il ricorso a visite presso strutture sanitarie durante il periodo della gravidanza è abbastanza frequente tra le madri haitiane, a differenza del momento del parto. Il 90% ha infatti effettuato almeno 1 visita pre-natale presso personale adeguatamente formato, il 67% almeno 4, e in 6 casi su 10 la prima visita si è svolta entro i primi 4 mesi di gravidanza.  Nonostante questi dati, meno del 36% delle nascite è avvenuta in una struttura sanitaria e solo il 37% assistita da personale specializzato.

Per quanto riguarda il periodo post-partum, meno del 32% delle madri e dei bambini ha ricevuto delle cure nei 2 giorni immediatamente successivi al parto, fondamentali invece per monitorare eventuali problemi. Il 61% non ha ricevuto nessuna cura nei 41 giorni dopo il parto.

La popolazione di Haiti è giovane, la fascia di età 0-14 anni rappresenta il 36% della popolazione totale; inoltre rimane alto il tasso di fecondità tra le ragazze in età adolescenziale (il 14% delle madri ha tra i 15 e i 19 anni). Si registra comunque una generale tendenza di diminuzione del tasso di fecondità: 3,5 bambini nel periodo 2002-2007 contro i 4,8 del periodo 1994-1995.

Nel circa il 27% dei casi tra una gravidanza e quella successiva passano dai 24 ai 35 mesi (intervallo di nascite ideale di riferimento: 36 mesi). I bambini nati in un intervallo di tempo minore dei 2 anni dalla nascita precedente, cioè il 19% dei bambini haitiani, ha un rischio di morte maggiore rispetto ai bambini nati dopo 4 anni.  Tra le madri più giovani, l'intervallo tende ad accorciarsi.

In merito alla salute del bambino sappiamo che il 45% dei bambini presenta una copertura vaccinale completa, mentre il 7% non ha ricevuto nessun vaccino. Le infezioni respiratorie e intestinali acute sono le principali cause responsabili della mortalità nei bambini entro i primi 5 anni di vita, insieme agli effetti devastanti della malnutrizione.

Una differenza notevole nella ricerca e nel ricevimento di cure, sempre difficile ad Haiti, esiste secondo il livello di istruzione delle madri e della zona di residenza, urbana o rurale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA
# Views:2.822