Globalization of Solidarity " reaching out to those in most need"

11Circa  200 missioni internazionali  in  20 Paesi, oltre  30.000 ricoveri,  8.000 interventi chirurgici  effettuati.   Formazione di personale sanitario, esportazione di nuovi  protocolli clinico-chirurgici,  realizzazione di strutturead hoc per raggiungere e curare il maggior numero di bambini affetti da gravi patologie. E' il  bilancio  degli ultimi anni  dell'attività internazionale dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che con medici e infermieri specializzati è  presente in 4 Continenti  per fornire cure pediatriche e assistenza alle popolazioni disagiate e per dotare il personale sanitario locale delle competenze necessarie per proseguire il lavoro in autonomia. 

I progetti realizzati e le prospettive future dell'impegno internazionale del Bambino Gesù sono stati i temi del  convegno "Globalizzazione della solidarietà. Raggiungere i bambini più bisognosi". Il convegno si è svolto l'11 giugno, presso la Pontificia accademia delle Scienze, all'interno della Città del Vaticano ed il 12 giugno, presso la sede del Gianicolo dell'Ospedale Bambino Gesù (Aula Salviati).

Hanno partecipato i protagonisti della cooperazione sanitaria: medici e infermieri dell'Ospedale pediatrico romano impegnati nelle missioni, rappresentanti della Santa Sede e delle comunità religiose che gestiscono gli ospedali con cui il Bambino Gesù collabora, i direttori e il personale medico delle strutture sanitarie locali, rappresentanti di Fondazioni e Organizzazioni non governative che forniscono il loro sostegno.



MISSIONI SANITARIE IN 4 CONTINENTI: I NUMERI

Medici e infermieri specializzati dell'Ospedale Pediatrico della Santa Sede effettuano attualmente missioni in Cambogia, Vietnam, Tanzania, Haiti, Russia, Giordania, Macedonia, Cile, Venezuela. Nel tempo sono stati realizzati interventi di cooperazione sanitaria anche in  Libano, El Salvador, Montenegro, Albania, Perù, Siria, Eritrea, Palestina, Benin, Kurdistan e Georgia.

Nel corso di oltre 200 missioni sanitarie, gli specialisti del Bambino Gesù hanno trattato, anche chirurgicamente, migliaia di bambini con  problemi cardiaci, affetti da HIV, con patologie neurologiche, neonatali e dermatologiche  gravi e, in alcuni casi, molto rare. Alcuni piccoli pazienti sono stati sottoposti a interventi di  chirurgia plastica e a trapianto di rene. Complessivamente sono state effettuate   oltre 60.000 visite ambulatoriali, 8.000 interventi chirurgici e 30.000 ricoveri.

Negli ultimi anni, In base ad una serie di accordi internazionali,  oltre 100 bambini con patologie non trattabili nei loro Paesi di origine sono stati curati al Bambino Gesù di Roma. Tra questi, 30 pazienti cardiopatici provenienti da Vietnam, Cambogia e Tanzania e 26 piccoli venezuelani, affetti da patologie onco-ematologiche, sottoposti a trapianto di cellule staminali emopoietiche. Sempre nella sede di Roma sono stati   formati 144 tra medici e infermieri provenienti da Paesi in via di sviluppo. 106 il numero delle persone, tra amministrativi e personale sanitario, formate in loco.

1